Il cosiddetto ormone della crescita è una molecola chiave nel complesso meccanismo del nostro corpo e svolge un ruolo fondamentale nello sviluppo fisico e nella regolazione di numerose funzioni metaboliche. Noto anche come somatotropina o ormone somatotropo (GH o HGH), è al centro di importanti processi biologici. Sebbene sia principalmente associato alla crescita infantile, il suo lavoro non si ferma una volta raggiunta l’età adulta. Infatti, continua a regolare funzioni vitali come la salute delle ossa e dei muscoli. Quando l’organismo non produce GH in quantità sufficiente, gli effetti di questa mancanza si estendono ben oltre lo sviluppo e riguardano molteplici altri aspetti del nostro benessere generale.

Nei prossimi paragrafi scopriremo tutto quello che c’è da sapere sull’ormone della crescita, esplorandone la natura, il funzionamento e l’impatto sul corpo umano. 

Che cos’è l’ormone della crescita 

L’ormone della crescita è prodotto dalla ghiandola pituitaria, una struttura situata nel nostro cervello. Questa sostanza controlla diversi aspetti della nostra fisiologia, come l’altezza o la formazione di ossa e muscoli.

Durante l’infanzia e in particolare nell’adolescenza, l’ormone della crescita raggiunge il suo picco di produzione, promuovendo lo sviluppo di tessuto osseo e cartilagine: un processo necessario affinché le proporzioni del corpo raggiungano quelle adulte. 

Superata la gioventù, la somatotropina rimane comunque importante e assume una funzione regolatrice, in particolare della percentuale di grasso corporeo, della massa muscolare, dei tessuti e delle ossa, nonché di altri aspetti del nostro metabolismo, come l’azione dell’insulina e i livelli di zucchero nel sangue. La presenza di questo ormone nel corpo tuttavia non è fissa o invariabile, ma oscilla nel tempo: per esempio, tende a diminuire naturalmente a partire dalla mezza età. È interessante inoltre notare che i livelli naturali di somatotropina possono variare addirittura nel corso della giornata stessa, rispondendo a diversi stimoli, tra cui l’attività fisica

Come funziona la somatotropina

Come abbiamo anticipato, un sufficiente apporto di ormone della crescita è essenziale per un adeguato sviluppo osseo durante l’infanzia e la pubertà. Questo ormone stimola il fegato a produrre una sostanza chiamata fattore di crescita simile all’insulina (IGF-1), insieme ad altri composti coinvolti nella crescita ossea. La presenza di IGF-1 è quindi fondamentale per garantire che le ossa si allunghino proporzionalmente, fino a raggiungere le dimensioni adulte.

Come capire se manca l’ormone della crescita? 

La diagnosi di una possibile carenza dell’ormone della crescita – anche nota GHD, da Growth Hormone Deficiency – inizia spesso quando il bambino non raggiunge le tappe previste per altezza e peso, né durante l’infanzia né nell’adolescenza. Se il pediatra sospetta una deficienza, proporrà alla famiglia di eseguire una serie di test specifici. 

Siccome, come abbiamo detto poco sopra, i livelli di somatotropina variano notevolmente nel corso della giornata e della notte, un singolo esame del sangue con risultati bassi non sarà sufficiente per una diagnosi definitiva. Tuttavia, è comunque possibile misurare i livelli delle proteine indicatrici di un corretto funzionamento dell’ormone della crescita, che tendono a essere più stabili. Queste includono la già citata IGF-1 – Insuline-like Growth Factor – e l’IGFBP-3 – Insulin-like Growth Factor-binding Protein 3 –, entrambe con una struttura molecolare simile a quella dell’insulina. 

Se gli esami di screening restituiscono risultati anomali, l’equipe medica potrebbe consigliare di procedere con un ulteriore test di stimolazione dell’ormone della crescita per verificare la sospetta carenza di GH. Molto utili sono anche le radiografie, solitamente effettuate alle mani del piccolo paziente, per analizzare il livello di crescita delle falangi: nel caso in cui l’età ossea del bambino sia inferiore alla sua età cronologica, ciò potrebbe essere dovuto a una GHD.

Se il medico sospetta che alla base della mancata crescita ci sia un tumore o altri danni alla ghiandola pituitaria, un’aggiuntiva scansione MRI fornirà un’immagine dettagliata del cervello: una procedura spesso proposta anche negli adulti con una storia di disturbi ipofisari e lesioni cerebrali

Per quanto riguarda i sintomi visibili anche a occhio nudo, i bambini con deficit di somatotropina sono generalmente più bassi dei loro coetanei e hanno volti più rotondi, con un aspetto più giovane. Potrebbero anche presentare un accumulo di grasso addominale, nonostante proporzioni corporee tutto sommato nella media. Se la GHD si sviluppa più tardi nella vita di un bambino, ad esempio a causa di un trauma cranico o di un tumore, il sintomo principale è la pubertà ritardata, con conseguente interruzione di uno sviluppo sessuale standard

AleksandarGeorgiev/gettyimages.it

La somministrazione dell’ormone della crescita e i suoi benefici

Quando prescritto da un medico, l’ormone somatotropo viene somministrato sotto forma di iniezione. Al momento, non esistono pillole di HGH disponibili su prescrizione. La somministrazione di HGH è strettamente regolamentata e deve essere seguita sotto la supervisione di un medico qualificato, che aiuterà a calibrare l’uso in base alle esigenze individuali. La buona riuscita di una terapia con ormone della crescita non è però solo una questione di dosaggio, ma anche di monitoraggio costante per valutare l’efficacia del trattamento e per prevenire possibili effetti collaterali. 

Nei prossimi paragrafi entreremo nel dettaglio degli usi e dei benefici più noti della somministrazione di somatotropina.

Supporto nella crescita nei bambini con deficienza di somatotropina

In alcuni bambini, una carenza naturale dell’ormone della crescita impedisce loro di avere uno sviluppo completo nell’altezza, nel tono muscolare, ma anche a livello sessuale. In questi casi, la somministrazione di HGH sintetizzato può aiutarli a stare al passo con i progressi. L’aggiunta di somatotropina viene prescritta soprattutto alle piccole pazienti che soffrono di sindrome di Turner (una condizione genetica che colpisce solo individui di sesso femminile, risultante da una completa o parziale assenza di uno dei due cromosomi X), e ai bambini che soffrono di insufficienza renale o di sindrome di Prader-Willi – un raro disturbo che causa una serie di problemi fisici, mentali e comportamentali: tutte problematiche che portano a possibili ritardi nello sviluppo fisico e ormonale. 

La somministrazione di somatotropina viene consigliata anche in altri casi specifici, come nei bambini nati SGA – Small for Gestational Age, cioè con un peso e/o lunghezza alla nascita inferiori rispetto al 90% dei coetanei della stessa età gestazionale –, e nei casi di bassa statura legata alla mutazione del gene SHOX, un fattore cruciale per la regolazione della crescita normale delle ossa.

Oltre a queste patologie, la ricerca sta valutando se e come ampliare gli orizzonti della somministrazione dell’ormone somatotropo, per esempio in presenza di condizioni come la fibrosi cistica (CF), una malattia ereditaria che colpisce principalmente i polmoni, il tratto digestivo e il pancreas, con conseguente malnutrizione e ritardo nella crescita. Per far fronte a questa criticità, ai bambini che soffrono di fibrosi viene normalmente suggerita un’integrazione nutrizionale adeguata, ma nonostante ciò la crescita potrebbe comunque non migliorare e proseguire in modo ottimale: l’ormone della crescita è stato quindi proposto come potenziale supplemento e alternativa.

Drazen Zigic/gettyimages.it

Incremento della densità ossea e della massa muscolare

Come abbiamo avuto già modo di spiegare, l’ormone HGH svolge una funzione di rilievo nell’incremento della densità ossea e della massa muscolare, sia nei bambini che negli adulti. Uno studio pubblicato sulla rivista Physiological Research si proponeva di dimostrare l’effetto benefico della terapia sostitutiva con GH sulla densità minerale ossea (BMD) e sul punteggio osseo trabecolare (TBS) – un altro valore usato per valutare la qualità delle micro strutture ossee –, in soggetti adulti con notevoli deficit di somatotropina. Durante un periodo di 10 anni, i pazienti hanno ricevuto GH aggiuntivo in un regime che portasse a una normalizzazione dei livelli di IGF-1. I risultati hanno mostrato un incremento significativo della BMD sia nella colonna lombare che nell’anca totale, con il maggior aumento osservato entro i primi 6 anni di trattamento. 

L’ormone somatotropo è prezioso anche nel mantenimento e nello sviluppo della massa muscolare. La stimolazione della già citata produzione di IGF-1 nel fegato promuove la crescita e il recupero dei muscoli: un processo che non solo aiuta nella costruzione di muscolo magro, ma supporta anche la rigenerazione e la riparazione nel tessuto muscolare dopo l’esercizio fisico o in seguito a lesioni.

Miglioramento del benessere sessuale e riproduttivo

La presenza o carenza dell’ormone della crescita incide anche sulla salute sessuale e riproduttiva, influenzando diversi aspetti della funzione gonadica ed endometriale.

In ambito femminile, studi recenti hanno evidenziato come la somministrazione di GH migliori la funzione endometriale nelle donne sottoposte a fecondazione in vitro (IVF). Una meta-analisi ha rivelato inoltre che il trattamento con GH aumenta significativamente lo spessore dell’endometrio, contribuendo a migliorare il tasso di nascite vive e le percentuali di gravidanze cliniche, specialmente in donne con risposta ovarica scarsa: risultati che suggeriscono come la somatotropina possa migliorare la fertilità attraverso effetti sul tessuto endometriale, oltre a influenzare la qualità generale degli ovociti e degli embrioni.

Per quanto riguarda la salute sessuale e riproduttiva maschile, questo ormone è stato collegato al miglioramento della sensibilità dei gonadotropi – ​​ormoni cruciali per la regolazione della funzione riproduttiva –, alla contribuzione alla steroidogenesi testicolare – il processo attraverso il quale i testicoli producono steroidi sessuali, in particolare il testosterone – e alla regolazione della funzione erettile. Inoltre, una presenza adeguata di questo ormone influenza positivamente anche la spermatogenesi

La somministrazione di GH è stata anche associata a un aumento della libido e del piacere sessuale in entrambi i sessi: in particolare, per le donne, l’ormone somatotropo promuove la lubrificazione e aumenta la sensibilità nervosa in tutto l’apparato genitale. Per gli uomini, migliora la qualità dell’erezione e incrementa il desiderio sessuale.

Trattamento e contenimento degli stati depressivi

Una possibile GHD ha un impatto significativo non solo sul fisico, ma anche sulla salute mentale, il benessere psicologico e lo sviluppo di stati depressivi

Alcune ricerche degli ultimi anni hanno esplorato il ruolo del GH nella depressione, evidenziando come i livelli di questo ormone siano correlati ai principali sintomi depressivi. In pazienti con acromegalia – una condizione causata da un’eccessiva secrezione dell’ormone della crescita –, una riduzione chirurgica dei livelli di ormone somatotropo e IGF-1 è stata connessa a un calo significativo nei punteggi di depressione: ciò suggerisce che la somatotropina, sia quando manca ma anche quando ve n’è in eccesso, potrebbe avere un’influenza diretta sull’umore e il benessere emotivo.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista di settore Hormones, i bambini con deficit di GH hanno mostrato disturbi del sonno, problemi comportamentali, nonché segnali di depressione. La terapia compensativa in questi casi ha portato a miglioramenti nella qualità della vita, nell’autostima e nel benessere emotivo. Un’altra ricerca focalizzata sul ruolo dell’ormone della crescita nella salute neuropsicologica dei pazienti con danni cerebrali da trauma, ha verificato come i trattamenti sostitutivi con somatotropina conducono solitamente a progressi significativi nella velocità di elaborazione mentale e nelle capacità di memoria, riducendo anche la gravità della depressione: si tratta di risultati utili per comprendere meglio il possibile ruolo terapeutico del GH nella gestione dei disturbi cognitivi e depressivi post-traumatici.

skynesher/gettyimages.it

Possibili effetti collaterali nella somministrazione di somatotropina

Sebbene il profilo di sicurezza complessivo dei trattamenti con ormone della crescita sia generalmente considerato favorevole, studi recenti hanno iniziato a esplorare possibili rischi associati, in particolare relativi alla salute cardiovascolare.

Una ricerca svedese su larga scala ha esaminato le condizioni di salute degli adulti che avevano ricevuto trattamenti con HGH durante l’infanzia, confrontando il loro benessere cardiaco generale con quello di altri individui: i risultati hanno mostrato un aumento di malattie cardiovascolari in coloro che avevano ricevuto l’ormone somatotropo, soprattutto nelle donne. Questo rischio sembrava crescere con la durata del trattamento e la dose cumulativa ricevuta. È comunque importante notare che, nonostante l’aumento del rischio relativo, il dato assoluto rimane basso.

Oltre ai rischi per il cuore, la somministrazione di GH può portare ad altri effetti collaterali, come la sindrome del tunnel carpale, dolore a nervi, muscoli o articolazioni, edema – gonfiore degli arti a causa della ritenzione di liquidi –, livelli elevati di colesterolo, pelle intorpidita e formicolante, crescita di tumori cancerosi, e acromegalia. Alcuni pazienti potrebbero anche sperimentare cambiamenti dell’umore, dipendenza e sintomi di astinenza, nonché ingrossamento del cuore, ipoglicemia, possibili danni al fegato, affaticamento e ginecomastia – crescita del tessuto mammario negli uomini. 

 

La salute è un aspetto complesso e sfaccettato della nostra vita, che richiede attenzione e cura costante. Come abbiamo visto nel caso dell’ormone della crescita, ci sono numerosi fattori che possono influenzare il nostro benessere fisico e mentale. Essere informati e consapevoli di tutti questi aspetti è fondamentale, così come poter fare riferimento a test medici diagnostici che possono rivelare problematiche non immediatamente evidenti. In questo contesto, un’assicurazione dedicata fa la differenza: UniSalute Under 30 è una polizza sanitaria pensata appositamente per i giovani dai 14 ai 30 anni, che offre una copertura adattabile alle esigenze di questa fascia d’età. Con questa polizza, si hanno a disposizione videoconsulti online in più di venti specialità mediche, una diaria da ricovero per infortuni e il rimborso dei ticket per visite specialistiche, accertamenti diagnostici e pronto soccorso. Inoltre, se si sceglie di curarsi presso i centri convenzionati con UniSalute, si beneficerà di tariffe scontate per tutte le prestazioni mediche necessarie, con un significativo risparmio.


Immagine in evidenza di filadendron/gettyimages.it

L’articolo Tutto quello che c’è da sapere sull’ormone della crescita sembra essere il primo su InSalute.



Source link