Sempre più spesso si sente parlare di telemedicina, ma pochi di noi sanno realmente cosa sia e come funziona. Vediamo di scoprirlo insieme.

La telemedicina: cos’è e a cosa serve

La telemedicina, la nuova frontiera dei servizi sanitari digitali, permette di usufruire di servizi sanitari digitali a distanza grazie al supporto della tecnologia. Oggigiorno rappresenta una vera e propria opportunità che consente di tutelare il diritto alla salute e di migliorare l’assistenza sanitaria, offrendo assistenza medica online e strumenti di prevenzione, diagnosi e cura.

Quest’approccio innovativo ha avuto una grande diffusione durante la pandemia di Covid-19, quando le prestazioni sanitarie a domicilio erano particolarmente difficili e l’accesso ai servizi con le modalità tradizionali era fortemente limitato, come evidenzia un’indagine dell’Osservatorio Sanità di UniSalute.

La telemedicina in Italia ha fatto il suo ingresso nel Servizio Sanitario Nazionale nel dicembre del 2020 con l’approvazione della conferenza Stato-Regioni, e l’integrazione delle “Indicazioni nazionali per l’erogazione di prestazioni in telemedicina”, che ne hanno fissato le linee guida per garantirne il rigore e la tutela.

Il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) ha previsto inoltre diversi investimenti finanziari per il potenziamento dell’assistenza sanitaria, soprattutto a vantaggio di pazienti anziani, malati cronici o cittadini non autosufficienti. Si tratta di uno strumento volto a garantire accessibilità e inclusività, che mira a costruire e potenziare una comunicazione chiara, diretta ed efficace anche a distanza.

Telemedicina: tutti i servizi da conoscere

La telemedicina permette di fornire assistenza sanitaria in qualsiasi luogo e momento, garantendo uno scambio di dati sicuro e rispettoso della privacy. I servizi odierni sono tanti oltre che diversi, e consentono l’integrazione di quelli offerti dalla medicina tradizionale svolta in presenza ai servizi sanitari virtuali.

Tra questi troviamo:

Televisita

La televisita è una visita a distanza che permette una comunicazione in tempo reale tra il medico (medico di famiglia e non solo) e il paziente, attraverso sistemi di videochiamata e scambio di messaggi in chat, per i soggetti più fragili o non autosufficienti, è possibile effettuare la televisita con il supporto di un caregiver, cioè di una persona che presta assistenza al paziente.

La televisita può essere utilizzata per:

  • raccogliere informazioni sullo stato di salute del paziente;
  • disporre l’esecuzione di esami e confrontarne l’esito;
  • prescrivere cure e monitorare il loro andamento.

È un confronto sanitario a tutti gli effetti, anche se non può essere sempre considerato un sostituto della visita medica in presenza, dove è sicuramente possibile scendere maggiormente in profondità.

Anche le linee guida organizzative contenenti il “Modello digitale per l’attuazione dell’assistenza domiciliare” suggeriscono che la televisita è utilizzata soprattutto per attività di controllo dopo una diagnosi svolta in presenza, valutando la modalità più idonea al caso specifico in cui si trova il paziente.

Teleconsulto medico

Il teleconsulto sanitario è un’attività di consulenza a distanza tra più medici. Questa soluzione permette ad un professionista di chiedere un parere professionale ad altri colleghi sulla situazione clinica di un paziente, attraverso la condivisione di informazioni e documenti sanitari. Il teleconsulto utilizza gli stessi strumenti informatici della televisita, con la differenza che questa può avvenire sia in tempo reale sia in differita, attraverso l’utilizzo delle chat. Il teleconsulto può coinvolgere solo i medici o può prevedere la partecipazione del paziente: in quest’ultimo caso diventa una televisita multidisciplinare e deve svolgersi necessariamente in tempo reale. Questa modalità è utile in quanto fornisce al paziente un secondo parere medico, che alle volte può risultare essenziale.

Telemonitoraggio

Il telemonitoraggio consiste nel controllo a distanza delle condizioni di salute del paziente attraverso dispositivi medici che permettono di rilevare in modo continuativo le condizioni cliniche, trasmettendole ad un’apposita centrale per la valutazione.

Con questo servizio è possibile monitorare da remoto i diversi parametri vitali, come:

  • l’elettrocardiogrammae l’holter cardiaco: che servono a monitorare la salute del cuore.
  • la polisonnografia: che serve a determinare la qualità del sonno.
  • laspirometria: attua a verificare le funzionalità polmonari.

Il monitoraggio può essere effettuato a casa del paziente, e prende il nome di telemonitoraggio domiciliare o telemedicina a domicilio, o in farmacia e nelle strutture assistenziali idonee, assicurando un controllo regolare dei parametri del paziente.

Teleconsulenza medico-sanitaria

La teleconsulenza medico-sanitaria è una consultazione a distanza tra professionisti sanitari con diversi ruoli, che lavorano in maniera sinergica durante il percorso di cura e assistenza del paziente. La consultazione si effettua tramite una videochiamata, a cui il paziente può prendere parte e in cui il professionista fornisce supporto durante tutto lo svolgimento delle attività sanitarie come: una decisione clinica o una corretta esecuzione di interventi assistenziali. Oltre a permettere il dialogo a distanza, la teleconsulenza medico-sanitaria permette di condividere dati clinici e referti per assicurare un quadro completo del paziente.

Teleassistenza da parte di professioni sanitarie

La teleassistenza consiste nell’interazione a distanza in tempo reale tra il paziente (o il suo caregiver) e professionisti sanitari come infermieri, fisioterapisti, logopedisti, che danno supporto e guidano da remoto il paziente per assicurare il corretto svolgimento delle attività assistenziali. Può avvenire per videochiamata o, in alcuni casi, anche tramite chat di messaggistica istantanea: se il professionista lo ritiene utile può condividere istruzioni sotto forma di testi, immagini o video tutorial che mostrano al paziente come eseguire in modo corretto e appropriato determinate procedure.

Telecontrollo medico

Il telecontrollo permette al medico di monitorare l’andamento di un percorso clinico nel tempo attraverso visite regolari a distanza, per valutare e monitorare le condizioni di salute del paziente. Si basa, oltre che sul dialogo, anche sulla condivisione dei parametri clinici, che il paziente o il suo caregiver rilevano autonomamente attraverso l’utilizzo di dispositivi e che poi, in un secondo momento, vengono inviate al medico per un consulto professionale.

Questo servizio può essere attivato per patologie già diagnosticate che richiedono un controllo periodico, come con il diabete e l’ipertensione, che necessitano di un monitoraggio regolare per individuare tempestivamente eventuali anomalie.

Teleriabilitazione

La teleriabilitazione è un’attività di riabilitazione virtuale. Può coinvolgere uno o più professionisti sanitari a seconda del caso clinico. Attraverso diversi strumenti – come le videochiamate – si eseguono trattamenti specifici mirati alle esigenze del paziente.
Questo servizio è rivolto a persone di tutte le età, con disabilità, disturbi temporanei o permanenti e per la valutazione a distanza del corretto utilizzo di ausili e protesi di alcuni pazienti.

Telerefertazione

La telerefertazione consiste nel rilascio di un referto medico a distanza dopo aver effettuato un determinato esame. Grazie a questo servizio, il paziente ha la possibilità di ricevere via e-mail o tramite messaggio la documentazione necessaria, ed eventualmente di consultarla con il proprio medico, senza il bisogno di recarsi in struttura.

Assistenza sanitaria in qualsiasi luogo e momento, scambio di dati sicuro e rispettoso della privacy

Benefici e vantaggi della telemedicina

La telemedicina rappresenta una svolta significativa soprattutto per i medici di medicina generale (MMG) in quanto permette una maggiore:

  • Accessibilità: facilita il contatto medico-paziente permettendo una comunicazione tempestiva e frequente.
  • Efficienza: consente ai pazienti di comunicare con il proprio medico di famiglia direttamente da casa riducendo gli spostamenti e aumentando la flessibilità degli orari.
  • Condivisione: permette la condivisione di documenti, risultati di esami e altri dati medici in tempo reale.
  • Facilitazione dei follow-up: migliora la comunicazione per i follow-up, rendendo più semplice il monitoraggio delle condizioni del paziente.

Avere un consulto medico online permette quindi di usufruire di un servizio completo, tempestivo e ottimale, il tutto attraverso una comunicazione chiara e immediata.

Prenotare le visite online consente di abbattere le barriere geografiche ed economiche, riducendo le disuguaglianze e aprendo a ogni cittadino il diritto alla sanità.

L’erogazione di prestazioni da remoto attraverso le nuove tecnologie garantisce a tutta la popolazione lo stesso livello di assistenza, anche in situazioni meno vantaggiose o con soggetti particolarmente fragili.

La telemedicina rappresenta lo strumento ideale per rendere la casa un luogo di cura in cui ricevere l’assistenza sanitaria di cui si ha bisogno: migliorarne la qualità è una necessità oltre che un diritto di ogni singolo cittadino.

Per saperne di più non dimenticate di visitare la sezione Prevenzione, diagnosi e terapia del nostro blog.

 

Fonti:

www.pnrr.salute.gov.it
www.humanitas.it
www.statoregioni.it

L’articolo Telemedicina: tutti i vantaggi per il paziente e il medico generale sembra essere il primo su InSalute.



Source link